Carrello

Nessun prodotto

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Pagamento

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, accetti l'uso dei cookies per permettere il miglioramento della tua navigazione

close
Saldatrice INVERTER (MMA) professionale


Saldatrice INVERTER (MMA) Professionale

Ci sono 10 prodotti nella categoria Saldatrice INVERTER (MMA) professionale.



Saldatrice inverter professionale: come scegliere la saldatrice ad elettrodo

La scelta di una saldatrice inverter professionale

 

Dieci o quindici anni fa lo strumento principale nel lavoro di un saldatore era un trasformatore o una saldatrice abbasta grande, ingombrante e goffa. I dispositivi utilizzati nei cantieri edili pesavano, per la maggior parte, da 70 a 250 kg e avevano un telaio potente con un angolo in acciaio, a cui venivano saldate delle speciali cerniere per il sollevamento e lo spostamento dei dispositivi. Non ha senso parlare di mobilità di queste saldatrici, poiché qualsiasi scarico, carico e trasporto di tali apparecchiature era collegato a una gru e ad un trattore con un rimorchio aperto. La regolazione della corrente di saldatura era graduale, regolare (di solito con la maniglia nella parte superiore del case) o con un reostato di zavorra. Il consumo di energia era significativamente superiore a quello di un moderno inverter di saldatura. La zavorra si riscaldava molto già prima della saldatura. Tutto il processo, insomma, era molto arduo da svolgere. Il lavoro veniva affidato ai professionisti e i rischi non erano affatto pochi.

Inverter di marca

Alcuni anni dopo, iniziarono ad apparire i primi inverter di saldatura: le aziende che eseguivano grandi volumi di lavori di saldatura acquistavano prodotti di marchi famosi come: Lincoln Electric, Fronius, Kemppi, Telwin, Esab e alcuni altri. Se devi scegliere una buona saldatrice inverter professionale non puoi proprio fare a meno di considerare soprattutto l'acquisto dei dispositivi realizzati dalle famose marche produttrici. In questo modo avrai la possibilità di scegliere un dispositivo sicuro in tutto e per tutto. Uno di quelli che potrà servirti negli anni a venire senza alcun problema. Le saldatrici inverter di marca vengono, non a caso, preferite proprio da tutti coloro che hanno il bisogno di affidarsi a un dispositivo completo. I famosi brand mondiali realizzano le saldatrici a inverter in maniera tale da aumentare il fattore di sicurezza. Non a caso, utilizzandole la persona non avrà alcun problema e potrà stare al 100% sicura per la salvaguardia della propria salute. Tali brand forniscono ai propri clienti anche un gran ventaglio di garanzie, un altro fattore che non si può proprio sottovalutare se ciò che si vuole raggiungere è la completa sicurezza del lavoro. Grazie alla garanzia fornita avrai modo di comprare soltanto dei dispositivi sicuri e qualora si rompessero non avrai difficoltà nel sostituire la saldatrice rotta con una nuova. Comprando le saldatrici di marchi meno conosciuti potresti non solo incorrere nel pericolo della contraffazione, ma avere anche altre difficoltà.
Pensaci bene, quindi, si tratta di una scelta che potrà influire in maniera diretta sul tuo lavoro.

Funzionamento a bassa tensione e sovratensioni

La maggior parte dei produttori delle saldatrici a inverter professionali indica 220 ± 15% nel passaporto, ma alcuni dispositivi sono in grado di funzionare su una rete ancora più "sperperata". Tutto questo le renderebbe perfette per un gran ventaglio di utilizzi particolari, professionali. Se hai intenzione di eseguire lavori, ad esempio, in un garage situato in città, preoccuparti di ciò potrebbe non avere senso, ma se le tue "riserve hardware" sono conservate in un garage estivo, dove non solo un inverter, ma anche una pompa per l'irrigazione non può iniziare, ma solo "muggire", ha senso prestare attenzione a questo indicatore. La capacità di far funzionare l'inverter di saldatura su una rete bassa sarà necessaria anche per quegli specialisti che devono eseguire lavori su strada, ad esempio installando griglie, porte e altre strutture metalliche su misura. Di contro, se hai il bisogno di far funzionare adeguatamente la tua saldatrice ad elettrodo in un ambiente domestico, stai pur certo che non avrai necessità di acquistare i dispositivi che possono funzionare a bassa tensione. Inoltre, è meglio se eviti tutti quei dispositivi di saldatura che per un motivo oppure per un altro rischiano di andare in sovratensione. La cosa potrebbe portarti vari problemi e talvolta, a causa della sovratensione, la saldatrice potrebbe persino rompersi. Ripararla, poi, non sarebbe per niente semplice. Meglio quindi acquistare una saldatrice inverter professionale che sia in grado di funzionare senza problemi a vari livelli di amperaggio. In questo modo si potranno evitare del tutto varie difficoltà e problemi successivi.

Completezza

Prima di acquistare un inverter per saldatura, devi porre al venditore delle domande relative alla presenza dei vari accessori. La completezza del dispositivo è uno di quei fattori che ti aiuteranno a evitare una serie di problemi e difficoltà successivamente. Oltre all'apparato sono forniti un morsetto di massa, un portaelettrodo, uno schermo di prova. In molti casi i produttori cercano di aggiungere al kit anche degli elementi extra. Cerca di acquistare il dispositivo che secondo te è quello maggiormente completo da tutti i punti di vista.

Alcuni produttori aggiungono anche un piccolo pacchetto con diversi elettrodi per impasto o una tracolla; l'attrezzatura può variare leggermente. Vale la pena notare che alcuni marchi offrono dispositivi completamente "nudi" (scatole, saldatore, manuale). Talvolta può addirittura verificarsi la completa mancanza di un kit adatto. In questo caso si consiglia di evitare del tutto l'acquisto, in quanto nelle operazioni di saldatura potrebbero verificarsi un gran ventaglio di problemi differenti. Vale la pena prestare attenzione soprattutto a ciò che concerne le mollette.

Non solo: bisogna considerare anche tutto ciò che riguarda la qualità degli accessori extra. Per esempio i cavi di collegamento che, come si può ben intuire, rappresentano degli elementi di fondamentale importanza da ogni punto di vista.

I cavi non sono sempre in rame (spesso bimetallico) e il rivestimento del cavo non è in gomma, ma in plastica ruvida e non molto flessibile. Nel caso di alcuni produttori i cavi possono essere di qualità così bassa da lasciare ampiamente a desiderare.

Molto probabilmente, ciò è dovuto al desiderio dei fornitori di rimanere in una determinata fascia di prezzo. La lunghezza di due metri del cavo con il portaelettrodo è sufficiente per lavorare con l'apparato appeso alla spalla (dopotutto, la lunghezza del braccio teso non è più di un metro), ma per risolvere i problemi di saldatura a una distanza di diversi metri dall'apparecchio, è possibile aumentare la lunghezza del cavo. Spesso inoltre viene consigliato di usare dei speciali tappi gommati o cambiare completamente l'apparecchiatura.

Vorremmo sottolineare che sebbene la lunghezza del cavo sia compresa tra 180 cm e 250 cm, alcuni modelli ospitano dei cavi elastici di tre metri con una sezione chiaramente definita e accessori professionali. Talvolta la lunghezza del cavo inclusa nella confezione può superare anche i 5 metri.

Durata dell'accensione

Spesso aprendo il passaporto nella sezione "Specifiche" è possibile visualizzare la scritta PV = 60%. PV indica la durata del funzionamento continuo in un ciclo di dieci minuti (se non è indicato a quale corrente, allora prendiamo in considerazione la massima corrente di saldatura). Dividiamo il tempo di saldatura in segmenti di dieci minuti. Con un PV = 60% in ciascun ciclo di questo tipo, è possibile far funzionare ininterrottamente sei minuti e quattro minuti servono per raffreddare il saldatore. Se vuoi acquistare una buona saldatrice che sia in grado di funzionare per degli intervalli di tempo lunghi, devi considerare questa caratteristica.

La durata dell'accensione è relativa alla massima corrente. Supponiamo che tu voglia acquistare un modello in particolare di saldatrice inverter professionale. Nelle istruzioni trovi dei valori (a titolo d'esempio) come 250 Amp e PV = 60%. Con una corrente di saldatura di 250 Ampere, puoi tagliare spesse strutture in acciaio con un elettrodo da 5 mm. Ricordati, però, che devi lasciar "riposare" la saldatrice ad elettrodo per il tempo indicato e il motivo è semplice: altrimenti potrebbe rompersi e la garanzia non ti aiuterebbe. Per questo prima di comprare una qualsiasi saldatrice a inverter ricordati di aprire il foglio con le informazioni riportate e leggere tutto ciò che riguarda la durata della carica.

Massima corrente di saldatura

Le tendenze nel mercato della saldatura indicano che gli acquirenti vogliono vedere l'iscrizione sulla targhetta dell'inverter con l'indicazione della corrente massima di saldatura. Alcuni anni fa c'erano solo modelli 160, 180 e 200 ampere; poi apparvero 250 ampere, ora un grande volume di vendite ricade su 300 ampere. Scegli la potenza in relazione ai lavori che devi svolgere. Non devi acquistare una saldatrice troppo potente e ricercata se alla fine dei conti devi compiere solo dei piccoli lavori nella tua casa. In alternativa prendi in considerazione la possibilità di testare l'inverter. In questo modo potrai capire con una maggiore precisione se il dispositivo in questione si addice bene alle tue esigenze oppure no.

Funzioni e caratteristiche aggiuntive di una saldatrice inverter professionale

La maggior parte degli inverter è in grado di funzionare senza problemi con i generatori di benzina e diesel. Sfortunatamente, praticamente nessuno lo indica nei passaporti, sebbene sui casi di alcuni modelli includano degli speciali badge con l'immagine di un generatore di gas.

Se sei interessato a lavorare a basse temperature dell'ambiente dovrai prendere in considerazione l'idea di acquistare delle saldatrici specifiche per quel tipo di esigenze. Forse non lo sai, ma alcuni modelli includono una tecnologia di raffreddamento del tunnel (quando la polvere che entra all'interno con l'aria di raffreddamento non viene praticamente depositata sulla parte elettronica). Questo permette alla saldatrice di funzionare senza alcun problema per un periodo di tempo piuttosto vasto anche in ambienti freddi.

Per molti consumatori anche il peso del dispositivo è importante. Si presta attenzione alla custodia, alla tracolla, alla capacità di lavorare anche su distanze piuttosto lunghe, portando il dispositivo con sé.

Si può fare a meno del display?

Un altro fattore utile a molti clienti è il display. La differenza di prezzo per due modelli simili con e senza display è piccola; i saldatori con esperienza, nel complesso, non ne hanno bisogno, si concentrano sulla forza della corrente nel processo di esecuzione del lavoro e non sugli indicatori che vengono visualizzati sul display.

Per i principianti, probabilmente la prima volta, sarà conveniente guardare sul display e ricordarsi i valori. Di norma, più si lavora con una saldatrice e meno si ha bisogno del display. Tuttavia, questo elemento può essere sicuramente molto importante in varie occasioni.

Conclusioni

Come vedi, la scelta di una buona saldatrice inverter professionale potrebbe essere un po' ostica, specialmente se sei alle prime armi. Ci sono tante cose da considerare, vari fattori da calcolare. Ti consigliamo di basarti unicamente su due cose: le tue esigenze e la tua esperienza. Potrai trovare sia delle saldatrici inverter professionali adatte anche ai principianti, sia quelle più potenti. E ricordati anche che in molti casi non hai bisogno di saldatrici troppo costose per svolgere dei lavori abbastanza semplici.



IL NOSTRO CLIENTE DICE


Hai una domanda?
Rispondiamo via mail 7 giorni su 7!
Ore 8-12 / 14-18 al numero fisso 0444 1466709




Fermer

Vous avez ajouté ce produit dans votre panier.

Continuer ma visite Commander
Afficher mon panier

Newsletter

Restez informé de nos nouveautés, nos promotions..